Concessionario
Carte
Live
Poker
Promo
Info
Snai
SI
SI
SI
SI
888
SI
SI
SI
SI
William Hill
SI
SI
SI
SI
Eurobet
SI
SI
SI
SI
Back to top

Thomas Carney un Poker di Assi fatale

Thomas CarneyLa faccia pallida di Thomas Carney, il secondo governatore del Kansas, è un ricordo che rimane ancora vivo grazie alle guide di Poker che non mancano di citare una clamorosa sconfitta al tavolo da gioco del politico repubblicano vissuto negli Stati Uniti nella metà dell’Ottocento.

Quella di Carney è una sconfitta che ha fatto storia per due motivi, il primo perché quando si gioca a Poker è di vitale importanza conoscere perfettamente la gerarchia dei punteggi vincenti,

soprattutto quando si gioca con alcune varianti del poker agonistico tipo Lowball, gioco che prevede l’utilizzo di jolly. Secondo, perché non bisogna mai urlare vittoria prima che tutti scoprino le carte.

La storia del governatore Carney
Finito il suo mandato, Thomas Carney, continuò a prodigasi per sviluppare lo Stato del Kansas, duramente colpito dopo la devastazione della guerra civile americana. Come molti altri suoi coetanei di quell’epoca, anche l’ex governatore era affascinato dal gioco del Lowball. Quindi iniziò un tour nel suo Stato per promuovere questa variante del poker. Nel lontano 1877 andò a Dodge City per divulgare quello che veniva definito un gioco nazionale.

La visita prevedeva un partita a Lowball nel Saloon di Dodge City dove l’ex governatore sfidava alcuni abitanti del posto.
La sera dell'incontro, Carney si presentò puntuale al tavolo, vestito in modo impeccabile con in bel mostra gioielli e un bel paio di elegantissimi gemelli alla camicia. Peccato che però, nessuno si ricordò di dire a Carney che i tre signori seduti al tavolo con lui non erano dei semplici cittadini ma dei bari di professione. Ecco quindi che, dopo diverse mani e giri di whisky, il giocatore Carney era sicuro di avere in mano una combinazione imbattibile: poker di Re all’Asso.

Bisogna ricordare che in quegli anni, il gioco del poker aveva regole diverse da quello che viene praticato oggi nelle sale di poker online. Il colore batteva la Scala. Inoltre non esisteva la Scala Reale. I punteggi migliori erano il Poker d’Assi o il Poker di Re all’asso, un punteggio quest’ultimo difficile da superare, dato che in questo caso nessuno poteva avere in mano un Poker d’Assi.
Però, in quell’occasione, si giocava con un mazzo di 53 carte, tra cui i Jolly. Quindi potenzialmente la matta poteva assumere il ruolo di Asso fungendo da quinto Asso.

Come il gioco conviene, anche le puntate erano molto alte. Quando Carney giocò la sua mano sicuro di aver vinto, si avventò direttamente sul piatto per prendere i soldi. Ma rimase impietrito quando l’unico giocatore rimasto in gioco scoprì le sue carte, esibendo un Poker d’Assi fatale, ossia l’unica combinazione in grado di batterlo.

Thomas Carney sbiancò e mentre abbandonava il saloon qualcuno lo sentì dire: “Mi sono dimenticato del Jolly”. Chi, il giorno seguente, lo vide salire in treno lo descrisse come un vecchio stanco e provato, completamente spoglio di qualsiasi oggetto di valore, inclusi i suoi bellissimi gemelli.

Guida Casino: